Il bilancio degli Open Day e uno sguardo al futuro. Giop: “Tanto interesse e curiosità verso il nostro sport”. Santoro: “Presto nuove attività per mantenere attivo il rapporto con le scuole”

Due Open Day all’insegna del divertimento e della partecipazione. Il Rugby Mantova tira le somme dopo le due giornate aperte al pubblico e a tutti gli appassionati che si sono tenute in viale Te e in piazza Virgiliana: “Sono stati due eventi positivi per cercare di avvicinare ancora di più il Rugby Mantova alla città – commenta il direttore tecnico Stefano Giop -. Abbiamo avuto circa 100 partecipanti, di cui 40 che erano alla prima esperienza di rugby. Abbiamo visto tanta curiosità e interesse da parte delle famiglie e l’augurio è quello di rivederle presto anche allo Stadio Parco del Mincio”. Gli allenamenti del minirugby sono intanto ripartiti nelle giornate del martedì, mercoledì e venerdì dalle 17.30 alle 18.30. Il Rugby Mantova ora programma altri incontri: “Ci stiamo muovendo per organizzare nuovi Open Day e allenamenti a Mantova e provincia e a Goito, in cui stiamo continuando ad investire risorse per creare un nuovo polo di attività”.
Il responsabile dei progetti con le scuole Filippo Santoro parla dei prossimi passi della società biancorossa: “Purtroppo in questo momento le restrizioni dovute alla pandemia ci impediscono di essere presenti nelle scuole – ammette Santoro -. L’obiettivo rimane quello di mantenere alta la visibilità della società e del nostro sport attraverso nuove iniziative. Puntiamo a mantenere i rapporti coi ragazzi, le scuole e le amministrazioni attraverso attività (anche teoriche) con gli istituti scolastici. Cercheremo inoltre di mettere a disposizione le nostre strutture di allenamento per lezioni di educazione fisica o per incontri con le classi”.
Per maggiori informazioni sulle attività di minirugby è possibile contattare Filippo al numero 3490090758 e Stefano al 3355450507.

Open Day Rugby Mantova: la palla ovale in città in due imperdibili appuntamenti aperti a tutti

Il Rugby Mantova apre le porte della propria attività in due imperdibili Open Day nel cuore della città patrocinati dal Comune di Mantova.
La società biancorossa sarà presente sabato 26 settembre e sabato 3 ottobre a Mantova per due giornate di prova aperte a tutti gli aspiranti rugbisti o rugbiste dai 4 ai 12 anni. Il 26 il Rugby Mantova sarà presente dalle 16 ai giardini di viale Te, mentre il 3 sarà in piazza Virgiliana sempre dalle 16.
Nel corso degli Open Day si terranno delle attività ludico-dimostrative dirette dagli istruttori del Rugby Mantova con percorsi e aree gioco allestite per mettersi alla prova coi principi del gioco del rugby e con la palla ovale. Alle attività parteciperanno anche i minirugbisti e i ragazzi delle categorie dall’Under 6 fino all’Under 12 in un vero e proprio allenamento pomeridiano.
All’ingresso delle aree gioco verrà allestito un punto di accesso per il rilevamento della temperatura corporea e la raccolta dei dati personali dei partecipanti. Durante l’attività sportiva non sarà obbligatoria la mascherina e l’intero evento si svolgerà secondo i criteri di sicurezza sanitaria. I genitori potranno assistere agli allenamenti a bordo campo rispettando le norme sul distanziamento sociale e indossando la mascherina.
Per maggiori informazioni  è possibile contattare Filippo al numero 3490090758 e Stefano al 3355450507.

Stefano Giop nuovo coordinatore tecnico del Rugby Mantova: “Sfruttiamo lo stop ai campionati per lavorare con attenzione sin dal minirugby”

Una delle novità del Rugby Mantova per la prossima stagione è la nomina dell’ex coach del Primo XV Stefano Giop come nuovo coordinatore tecnico biancorosso. Giop si occuperà quindi da dare un indirizzo tecnico unico a tutte le categorie dal minirugby fino all’Under 18 sia nel centro di Mantova che in quello in crescita a Goito: “L’obiettivo del mio incarico è riuscire a creare armonia tra le varie categoria per far emergere gli atleti e i giocatori del domani – commenta Giop -. In questo momento dobbiamo sfruttare lo stop ai campionati per poterci concentrare sui dettagli e sui fondamentali del rugby. In una situazione normale non si ha tempo di approfondire questi aspetti perché gli impegni di campionato e le partite sono molto ravvicinate. Ora invece possiamo lavorare con calma per alzare tecnicamente il livello dei giocatori con allenamenti più specifici”.
Il lavoro del Rugby Mantova si differenzia in diverse fasce d’età. Dai 6 agli 8 anni gli istruttori biancorossi si pongono l’obiettivo di formare le basi del movimento e della motricità in un contesto divertente e che abitui il minirugbista al contatto fisico e al rispetto di valori come la disciplina, la correttezza e il rispetto del compagno e dell’avversario. In una fase successiva si procedere a costruire le basi del giocatore di rugby e quindi la comprensione del gioco. Dall’Under 14 si alza l’asticella con un lavoro più specifico dal punto di vista atletico e rugbistico, per arrivare poi all’Under 16 in cui si passa ad una formazione ancora più completa: “Ciò fa capire quanto sia importante lavorare con grande attenzione sin dal minirugby. Grazie ad una preparazione attenta si riescono a dare le basi per costruire un giocatore di rugby”.
Infine, Giop chiede un maggior decisionismo agli organi federali: “E’ una situazione piuttosto difficile, stiamo ancora aspettando comunicazioni ufficiali sull’inizio dei campionati. Si sta vedendo troppo immobilismo, le società dilettantistiche hanno bisogno di avere certezze sullo svolgimento dell’attività”.
Nel frattempo, il Rugby Mantova sta ultimando l’organizzazione di due Open Day che si terranno sabato 26 settembre e sabato 3 ottobre. Nei prossimi giorni la società rilascerà maggiori dettagli sull’organizzazione.

I primi giorni di allenamento secondo coach Cavazzoni: “Mantova con voglia e grinta. Preparazione atletica delicata, ma fondamentale per la prossima stagione”

Dal 25 agosto scorso sono ripartiti gli allenamenti del Primo XV del Rugby Mantova. A guidare i biancorossi è il rinnovato staff tecnico composto dall’head coach Massimiliano Cavazzoni e dagli assistenti Francesco Panigalli e Sebastiano Scemma.

Prime sensazioni positive per coach Cavazzoni: “Ho visto un gruppo molto motivato alla ripresa degli allenamenti. C’è tanto da lavoro da fare per migliorare la forma fisica, nonostante tanti ragazzi si siano tenuti allenati individualmente e gli allenamenti della prima squadra siano continuati fino a luglio. Stiamo gestendo attentamente i carichi di lavoro per riattivare i muscoli evitando gli infortuni facili”. Non è sicuramente facile per il Rugby Mantova gestire gli allenamenti con uno dei protocolli sanitari più rigidi tra tutti gli sport di contatto e una situazione ancora nebulosa per quanto riguarda la ripresa dei campionati: “Non possiamo esercitare la mischia, la rack, la touche, il placcaggio e tante altre situazioni tipiche del rugby. E’ principalmente un lavoro atletico e non è facile portarlo avanti se non si hanno certezze sulla ripresa dei campionati. Rispetto ad altri sport, il rugby richiede una preparazione fisica più intensa per il campionato vista la presenza di tanti momenti potenzialmente pericolosi come ad esempio le mischie. Mi auguro che le società vengano avvisate per tempo dell’inizio della stagione in modo da programmare al meglio la preparazione”.

Nonostante una stagione che si preannuncia piuttosto difficile, Cavazzoni è contento della qualità del gruppo: “Abbiamo confermato il gruppo della passata stagione e sono tornati tanti giovani di qualità. Stiamo dando spazio ai nostri Under 18 che stanno mostrando ambizione e voglia di giocarsi un posto da titolare”. Infine, il tecnico mantovano presenta il suo obiettivo per la prossima stagione: “Puntiamo molto sulla preparazione atletica e sul continuare a dare entusiasmo all’ambiente. La mia idea, condivisa dallo staff, è cercare di garantire un Mantova continuo per 80 minuti e capace di giocare in velocità”.

Il Rugby Mantova 2020/21 al via: i convocati di coach Cavazzoni per il raduno

Il Primo XV del Rugby Mantova è pronto a scendere in campo per il primo allenamento della stagione 2020/21. Dopo un’estate di grandi incertezze nel panorama sportivo italiano e non solo, la società biancorossa conferma la propria solidità e voglia di proseguire il proprio progetto.

Domani 25 agosto alle 20 presso lo Stadio Parco del Mincio si riuniranno quindi capitan Giovannoni e compagni per iniziare la preparazione in vista del prossimo campionato. Al tempo stesso riprenderanno anche le rappresentative maschili Under 14, Under 16 e Under 18. L’Under 16 Femminile riprenderà il 26, mentre le categorie minirugby inizieranno venerdì 4 settembre.

Questo l’elenco dei convocati dallo staff tecnico composto dal nuovo coach Massimiliano Cavazzoni e dagli assistenti Francesco Panigalli e Sebastiano Scemma.

Avanti: Giovannoni (Cap.), Galetti D.(V.Cap.), Galetti R. , Baraldi, Bonizzi A. , Bonizzi M. , Boschini, Cenzato  Coseru, Ferrara, Guatelli, Raboni, Romano, Rubino, Ruggerini, Savasi Trupia, Vicenzi, Villarreal, Busnardo, Valentini, Bustaffa, Deriu, Pachera, Sguaitzer, Zacchè, Zanetti.
Tre quarti: Azzali, Barbieri, Casali, Dorella, Flisi S. , Flisi T. , Malavasi, Mondini, Mozzi, Opoku, Sorba, Cividini, Carnevali, Cibrozzi, Rangoni, Scipioni, Boem E. ,Viotto L.
 
Si ricorda che per motivi di sicurezza sanitaria gli spogliatoi non saranno accessibili e ad ogni allenamento i giocatori dovranno presentarsi con l’autodichiarazione di non positività al Covid-19 compilata e firmata.
Tutti gli allenamenti si svolgeranno senza contatto fisico e rispettando tutte le misure di sicurezza indicate dai DPCM e dalle linee guida FIR.

Il Rugby Mantova si prepara alla stagione 20/21: le date dei primi allenamenti

La Società Rugby Mantova comunica la ripresa degli allenamenti in vista della stagione 2020/21. Martedì 25 riprenderanno il Primo XV del nuovo head coach Massimiliano Cavazzoni e le rappresentative maschili Under 14, Under 16 e Under 18, mentre da venerdì 4 settembre ricominceranno gli allenamenti per le categorie minirugby. L’Under 16 Femminile riprenderà mercoledì 26 agosto, mentre i corsi di RugbyFit lunedì 24 agosto.
Per motivi di sicurezza sanitaria gli spogliatoi non saranno accessibili e ad ogni allenamento i giocatori dovranno presentarsi con l’autodichiarazione di non positività al Covid-19 compilata e firmata.
Tutti gli allenamenti si svolgeranno senza contatto fisico e rispettando tutte le misure di sicurezza indicate dai DPCM e dalle linee guida FIR.

Questo il calendario degli allenamenti per la prossima stagione:

Primo XV: mercoledì e venerdì ore 20.00-21.30
U18: Martedì, mercoledì e venerdì ore 19.30-21.00
U14 e U16: Martedì, mercoledì e venerdì ore 18.30-20.00
Minirugby: Martedì, mercoledì e venerdì ore 17.30-18.30
Under 16 Femminile: Mercoledì e venerdì ore 18.30-20.00
RugbyFit: Lunedì e venerdì ore 20.00-21.30

Il Rugby Mantova si rifà il look nell’Area Tecnica. Massimiliano Cavazzoni e Francesco Panigalli nello staff tecnico della prima squadra di serie C

Prime manovre per il nuovo Rugby Mantova che, nonostante le forti incertezze riguardo le date e le modalità d’inizio della prossima stagione, prova ad organizzarsi in vista del campionato che verrà.
La prima importante novità sarà il nuovo incarico di Stefano Giop all’interno della società biancorossa. Giop, dopo l’esperienza come allenatore della prima squadra del Rugby Mantova, sarà il nuovo direttore tecnico e curerà e coordinerà il rapporto tra gli allenatori di tutte le categorie giovanili, oltre a rivestire il ruolo di head coach della formazione Under 18. Insieme a Giop, nell’Area Tecnica vi sarà anche Filippo Santoro che avrà anche quest’anno il compito di gestire il progetto di collaborazione con le scuole della città e della provincia.
A raccogliere l’eredità di Giop sarà un nuovo staff tecnico composto dall’head coach Massimiliano Cavazzoni e dall’assistente Francesco Panigalli. Per Cavazzoni sarà un ritorno sulla principale panchina del club dopo l’esperienza in serie B e serie C nei campionati 2010/11 e 2011/12. Il nuovo tecnico mantovano ha allenato tutte le categorie dall’Under 12 e superiori dopo aver anche militato come giocatore.
“Sono molto contento di questa seconda opportunità – le prime parole di Cavazzoni da neo coach mantovano -. Mi farà piacere ritrovare i ragazzi che ho visto crescere sin dal minirugby. Spero potremo divertirci e continuare quanto di buono costruito negli ultimi anni”.
Francesco Panigalli, classe 1981, ha un lungo passato come preparatore atletico e allenatore delle giovanili. Dal 2002 al 2007 è stato al Rugby Parma in qualità di preparatore atletico delle formazioni Under 15 e Under 20, oltre all’incarico di istruttore minirugby. Nello stesso periodo ha seguito il Rugby Mantova come allenatore e preparatore atletico del settore giovanile e della prima squadra. Dal 2009 al 2015 è stato invece allenatore della categoria Under 16 del Rugby Calvisano. Col Rugby Mantova Panigalli ha seguito anche i progetti dedicati alle scuole e all’Academy.
“Sono molto contento di aver avuto l’occasione di tornare al Mantova insieme a coach Cavazzoni – commenta Panigalli -. La volontà è quella di poter ricreare un clima di entusiasmo all’interno della squadra senza porci limiti e cercando di creare un gioco veloce ed aggressivo”.

Filippo Santoro saluta il Calvisano, ma rimane al Rugby Mantova. Michela Merlo assistant coach della prima squadra giallonera

Per un mantovano che saluta, un’altra che rimane. Impegni professionali hanno costretto Filippo Santoro a lasciare la panchina giallonera tutta al femminile. L'allenatore mantovano, artefice dell’unione tra Rugby Mantova e Rugby Calvisano resterà comunque responsabile del settore femminile del Rugby Mantova.
Insieme a Filippo, anche Mattia Trupia dovrà salutare le Calvignare. Mattia, tallonatore della squadra del Rugby Mantova, ha affiancato lo staff tecnico giallonero, in particolare nella direzione della mischia.
“Ho dovuto anticipare di un anno la decisione di lasciare il ruolo di allenatore per dedicarmi ad una nuova opportunità lavorativa – ha dichiarato Filippo – Non mi sarebbe piaciuto partecipare a questo progetto a mezzo servizio soprattutto nel rispetto delle ragazze e del Rugby Calvisano. Resterò coinvolto nel rugby Mantova come coordinatore dell’attività femminile e quindi sarò comunque coinvolto nel progetto della serie A e supporterò Michela Merlo come referente per le ragazze di Mantova. Faccio un enorme in bocca al lupo a Pino per questa nuova avventura e so che ha tutte le capacità e la determinazione per far crescere e stimolare questo gruppo. Stessa cosa per Michela.
Ci tengo molto a ringraziare Sergio ed Alice, motori instancabili del movimento femminile calvino, il nostro preparatore Simone e anche Gabriel e Mattia che lo scorso anno condiviso con me questo percorso purtroppo interrotto anticipatamente dal Covid-19. Infine un grazie e un sincero in bocca al lupo va a tutte le ragazze che hanno potenzialità fantastiche. Aver potuto condividere con loro le buone prestazioni e le vittorie della nostra prima stagione a XV è stato impagabile”.

Come conseguenza dell’addio a Filippo Santoro, Michela Merlo è stata nominata assistente del nuovo head coach Pino Cremonesi. Michela affiancherà Pino nel doppio ruolo di giocatrice e secondo allenatore e in particolare si occuperà della gestione tecnica della mischia e delle chiamate e dello sviluppo del gioco della touche: “Sono felice ed entusiasta di iniziare questo nuovo anno a Calvisano con questa nuova sfida. La voglia di tornare in campo è tanta, visto anche come si è conclusa la stagione passata. Calvisano mi ha dato una possibilità importante quest'anno, che è quella di ricoprire un ruolo nuovo, oltre a quello di giocatrice.
Pino da subito mi ha dato una grande energia coinvolgente; ha tanta determinazione e si aspetta molto da noi quest'anno, da lui sono sicura potrò imparare molto sia come giocatrice che come allenatrice. Nel mio piccolo anche io cercherò di trasmettere a tutto il gruppo dedizione al lavoro ed entusiasmo.
Colgo l'occasione per formulare un sincero ringraziamento a Filippo Santoro per aver creduto sin da subito in questo progetto iniziato l'anno scorso e che solo impegni di lavoro gli hanno impedito di continuare il lavoro comune messo in cantiere”.

Tornano in campo anche Minirugby e tante formazioni Under biancorosse

Dopo aver ricominciato le sessioni di allenamento per le formazioni seniores maschili e femminili e dell’Under 18 maschile, il Rugby Mantova continua riapre le porte a tante altre squadre biancorosse. Riprenderanno infatti gli allenamenti di minirugby, Under 14 e Under 16 e Under 18 Femminile.
Il minirugby si allenerà allo Stadio Parco del Mincio ogni giovedì dalle 18.30 alle 19.30. Under 14 e Under 16 sosterranno la seduta ogni martedì dalle 19 alle 20, mentre l’Under 18 maschile e quella femminile si alleneranno ogni martedì e giovedì dalle 20 alle 21.
Tutti gli allenamenti verranno ovviamente sostenuti nel massimo rispetto delle normative anti-covid. Gli ingressi e le uscite dall’impianto dello Stadio Parco del Mincio saranno regolati da percorsi specifici e non sarà possibile usufruire di spogliatoi, palestra e Club House. L’accesso alla struttura sarà concesso esclusivamente ad atleti, tecnici e personale societario impiegato nella gestione dell’impianto. All’ingresso in campo in ogni allenamento ogni atleta dovrà presentare un’autodichiarazione in cui specifica di non essere “Covid-19 positivo”, di non presentare sintomi febbrili e di non essere entrato in contatto con soggetti positivi negli ultimi 14 giorni. Non saranno ammessi, almeno in un primo momento, accompagnatori e genitori.

GLI ALLEGATI